Ricerca

Categorie

Tag

Tg1 Incontri 2009

Bussana Vecchia e Pentedattilo: due paesi fantasma salvati dagli artisti. > Guarda la puntata del 2 settembre
Gli esperti parlano di almeno 340 paesi abbandonati nella Penisola. Ognuna di queste comunità deteneva, prima dell’abbandono, un patrimonio edilizio, architettonico, culturale e linguistico che nella maggior parte dei casi è andato perduto. Per fortuna non mancano le eccezioni e da qualche tempo anche a livello imprenditoriale si va sviluppando un movimento per il recupero e la riqualificazione di questi luoghi. Tg1 Incontri racconta due casi: quello di Bussana Vecchia in Liguria e di Pentedattilo in Calabria che, pur nelle diversità, hanno in comune l’impegno di artisti ed artigiani. La storia ligure è, in particolare, molto emblematica tanto da aver fatto guadagnare all’antico centro abitato la denominazione di Villaggio Internazionale degli Artisti.

Scampia, Aspromonte, Palermo: musica per la legalità. > Guarda la puntata del 26 agosto
Ci sono realtà giovanili nuove nel Sud che affidano alla musica un forte valore di testimonianza. Si trovano un po’ ovunque ma è nei territori martoriati dalla violenza criminale che le loro storie appaiono particolarmente significative. A Napoli ci sono i Ragazzi di Scampia, a Delianuova, in Calabria, l’Orchestra per fiati, a Palermo il gruppo rap Combomastas. Vie e stili diversi, un’unica ispirazione: lavorare per alternative di vita al ricatto dei poteri criminali, investendo sulla cultura e sulla creativita’ del pentagramma. Realtà che raccolgono simpatia e consenso: il Festival di Sanremo per il gruppo partenopeo, la direzione di Riccardo Muti per il sodalizio calabrese, il successo del passaparola per la canzone “U tagghiamu stu palluni” dei musicisti rap siciliani…

Salvatore Niffoi: la mia Sardegna. > Guarda la puntata del 19 agosto 2009
Per molti la Sardegna è mare, sole, roccia, macchia mediterranea. E non c’e’ dubbio che queste caratteristiche naturali, uniche in Italia e non solo, facciano della grande isola una straordinaria opportunita’  turistica. Ma c’e’ tanto altro nella terra dei nuraghe: culture orali, testimonianze archeologihe, tradizioni, usi e costumi spesso molto particolari. Di tutto cio’, e in qualche modo di una Sardegna sconosciuta, parla Salvatore Niffoi, lo scrittore di Orani che attinge per i suoi libri alla storia e all’attualita’ della Barbagia. Ne emerge un inedito ritratto di quella “zattera di pietra sospesa nel Mediterraneo” che Niffoi studia ed ama da sempre.

Mauro Corona, lo scrittore-scultore-alpinista di Erto. > Guarda la puntata del 12 agosto 2009
Non abbandonera’ mai Erto, il paese tragicamente coinvolto nella sciagura del Vajont, Mauro Corona. Nelle vie oggi deserte di quella che fu una comunità attiva e vitale e nelle aspre vallate della montagna friulana lo scrittore- scultore-alpinista trae ispirazione per le sue storie e i suoi racconti, pubblicati con tanta fortuna in Italia e all’estero. Qui trova alimento anche la sua filosofia che predica, in maniera colorita e convincente, un ritorno alla natura dell’uomo stressato dai ritmi metropolitani. Sul disastro causato dalla frana del monte Toc il giudizio di Corona è perentorio, fa davvero riflettere…

Crespi d’Adda, la citta’ ideale del lavoro. > Guarda la puntata del 5 agosto 2009
Fra i siti italiani inseriti nel Patrimonio dell’ Umanita’ censito dall’Unesco figura Crespi d’Adda, un villaggio in provincia di Bergamo fondato nel 1878 da Cristoforo Benigno Crespi, industriale del cotone. Non si tratta di un villaggio normale, bensi’ del risultato di uno straordinario esperimento sociale ed urbanistico, finalizzato ad armonizzare gli interessi dell’impresa con i bisogni dei lavoratori. Crespi d’Adda faceva riferimento ad analoghi tentativi effettuati in Europa, ma viene considerato quello piu’ riuscito nell’area sud del vecchio continente. “Gli operai che abitavano nel villaggio -spiega Edoardo Bricchetti, esperto di archeologia industriale- ricevevano gratis quasi tutti i principali servizi sociali offrendo in cambio una totale dedizione alle esigenze della produzione industriale”.

 Harry Potter: crescere, che avventura! > Guarda la puntata del 29 luglio 2009
Siamo giunti alla penultima puntata della saga di Harry Potter, uno dei fenomeni editoriali piu’ rilevanti degli ultimi tempi. La scrittrice J. K. Rowling ha ora un difficile compito: concludere le vicende del piccolo mago e dei suoi amici da tempo impegnati a capire la magia e a fronteggiarne le sue varianti piu’ paurose. Ma che cosa ha reso cosi’ attraente la storia del piccolo orfano che cerca la sua identita’ nella specialissima scuola di Hogwarts? E il suo fascino -che ha generato la cosiddetta HarryPotterMania- e’ ancora cosi’ vivo o si avvertono i primi segnali di stanchezza? Ecco alcune delle domande che si pone Tg1 Incontri del 29 luglio, chiuso dalla storia di un simpaticissimo sosia del maghetto inglese.

“Sarajevo 12 anni dopo” > Guarda la puntata del 22 luglio 2009
“Vivere a Sarajevo e’ un po’ come vivere sospesi fra Oriente ed Occidente”: e’ l’opinione di una musicista francese che ha deciso di trasferirsi nella capitale della Bosnia-Herzegovina, citta’ martire della guerra nei territori della ex Jugoslavia. Alle sue parole si associano quelle di uno strumentista della Filarmonica di Sarajevo e quelle di Jovan Diviak, un generale di etnia serba oggi in pensione. Negli anni tremendi dell’assedio di Sarajevo Diviak decise di battersi per la citta’ che storicamente e’ stata il simbolo della  coesistenza fra etnie e religioni diverse dell’area balcanica. Completano la puntata le immagini di uno storico concerto diretto da Riccardo Muti lo scorso 13 luglio davanti a 10 mila persone: un rito musicale che e’ stato anche una sorta di solenne dichiarazione pubblica per la riconciliazione. Muti racconta anche la sua prima volta a Sarajevo, nel 1997, quando i cingolati circolavano per le strade e la paura assumeva il volto indefinibile degli spietati cecchini.”

“Marco Rota, disegnatore Disney” > Guarda la puntata del 15 luglio 2009
“Vivono spesso all’ombra dei personaggi di fantasia ai quali dedicano la loro vita professionale. Restano un po’ bambini o adolescenti perche’ senza l’immaginazione di quelle eta’ e’ difficile creare storie che risultino attraenti per un pubblico solo in piccola  parte adulto. Parliamo dei disegnatori di fumetti, una categoria di persone piuttosto esclusiva e poco conosciuta, alla quale tutti noi dobbiamo tante ore di relax e di divertimento. Uno dei disegnatori di personaggi Disney piu’ affermati a livello internazionale e’ Marco Rota. Vive in un piccolo comune della provincia di Pavia e nella sua casa nascono ancora bellissime storie di Paperino, Topolino & C. Diciamo ancora perche’, come lo stesso Rota ammette nell’intervista, molte cose sono cambiate in questi anni e sempre meno spesso i fumetti sono la prima scelta dei ragazzi in cerca di evasione…”

“Vivere al contrario”> Guarda la puntata del primo luglio 2009
Perchè alcune persone svolgono determinate attività al contrario , ribaltando cioè le norme consolidate dal tempo e dall’esperienza? Tg1 Incontri cerca una risposta al quesito partendo dal racconto di due storie: quella di un pianista che esegue brani classici dall’ultima alla prima nota e quella di un appassionato di letteratura che trascrive intere opere partendo dalla lettera finale. Chiude la rubrica il parere di un neuroscienziato che spiega cosa succede in questi casi nel cervello umano.

“Ricordando Gino Bramieri”> Guarda la puntata del 24 giugno 2009
L’Italia del teatro e della televisione ha sempre accompagnato con simpatia e affetto Gino Bramieri, l’attore comico milanese che scelse Roma per vivere ed esprimere la sua arte straordinaria. E’ venuto a mancare 13 anni fa quando poteva ancora dare tanto al mondo dello spettacolo ma non e’ stato dimenticato: proprio in questi giorni la Capitale lo ha ricordato intitolandogli il viale di un parco. Ma chi era Bramieri, com’era in famiglia e sulla scena, da dove nacque la sua celebre passione per le barzellette? Domande che abbiamo rivolto a chi lo conobbe da vicino: la sua compagna Angela Baldassini ed Enzo Garinei.

“Un paese per il teatro: Monticchiello”> Guarda la puntata del 17 giugno 2009
Da 43 anni gli abitanti di un piccolo comune della Toscana, Monticchiello, si dedicano al teatro. Tutti attori non professionisti, tutti egualmente “stregati” dalla recitazione e della scena. Al punto che l’intera vita del paese e’ profondamente segnata dalle attivita’ teatrali. Di Monticchiello e del suo Teatro Povero si sono interessati studiosi e critici non solo in Italia, anche perche’ non sono segnalati altri casi simili nella Penisola e nel Vecchio Continente.

“Natuzza Evolo”> Guarda la puntata del 10 giugno 2009
Natuzza Evolo e’ una donna di 84 anni, provata dall’eta’ e dalle sofferenze di una vita assolutamente speciale. Vive a Paravati, in provincia di Vibo Valentia, e nella sua umile abitazione riceve da lunghi anni migliaia e migliaia di persone in cerca di conforto, di aiuto e di speranza. Di Natuzza si sono occupati uomini di Chiesa e di scienza, interessati in maniera differente, ma con eguale rispetto e deferenza, a capire come le sue preghiere di intercessione abbiano in moltissime occasioni restituito la gioia a persone offuscate dal dolore. Tg1 Incontri propone una rara intervista alla “mistica di Paravati” e, fra l’altro, alcuni stralci di un documentario dell’85 a lei dedicato da Luigi Lombardi Satriani e Maricla Boggio.

“La maschera di Macario” > Guarda la puntata del 3 giugno 2009
Come nacque, alla fine degli anni Trenta, la maschera di Macario, il popolarissimo attore comico torinese? E come si comportava in famiglia, al teatro e con i suoi colleghi il Re della rivista e della commedia musicale italiana?  Domande che Tg1 Incontri ha rivolto ad Alberto Macario, uno dei figli del protagonista di “Imputato alzatevi”. Ne emerge un ritratto per molti versi inedito e sorprendente…